:title:

LO SPORT UNISCE [P1]

DENOMINAZIONE PROGETTO

Lo Sport Unisce

REFERENTE

Notaro (Associazione Sportiva Studentesca)

DESTINATARI

Studenti della scuola primaria 

PRIORITÀ CUI SI RIFERISCE

Avviamento allo sport

INDICATORI UTILIZZATI

Saggio o torneo alla fine del corso.

CONTESTO IN CUI SI INTERVIENE

Agevolare l’avvicinamento degli studenti alla pratica di numerosi sport quali: Karate, Twirling, Tennis, Pattinaggio, Mini Basket, Atletica, Pallavolo, Tiro con l’arco.

OBIETTIVI DI RISULTATO

Favorire un’esperienza globale di corpo-mente che porta ad una prima costruzione del Sé.

Aiutare il bambino ad acquisire maggiore autonomia e ad accrescere la sua autostima.

Favorire il passaggio dal gioco individuale al gioco condiviso con gli altri, per facilitare la socializzazione

OBIETTIVO DI PROCESSO

Non Applicabile  

STATI DI AVANZAMENTO

Non Applicabile

ATTIVITÀ PREVISTE

Le classi prime parteciperanno a cicli di lezioni di attività ludico - motoria di base, con l’inserimento di lezioni di gioco-motricità e twirling.

Le classi seconde inizieranno l’attività di gioco-motricità, e nella seconda parte dell’anno scolastico comincerà l’avviamento alle discipline sportive attraverso il gioco. 

Le classi terze avranno un primo approccio al tennis, seguirà il basket e termineranno con il pattinaggio.

Le classi quarte inizieranno il ciclo di discipline sportive partendo dal pattinaggio, creando una sorta di filo conduttore con le classi terze, proseguiranno con l’atletica leggera ed infine concluderanno con il karate.

Le classi quinte inizieranno con il karate, a seguire la pallavolo e concluderanno con il tiro con l’arco.

RISORSE FINANZIARIE

NECESSARIE

 

RISORSE UMANE / AREA

Risorse Interne:

Docenti Educazione Motoria  Risorse Esterne:

Esperto Esterno (Associazione Sportiva Studentesca)

ALTRE RISORSE NECESSARIE

Palestra (già disponibile).

 

YOGA [P2]

DENOMINAZIONE PROGETTO

Yoga

REFERENTE

Volontari

DESTINATARI

Studenti Scuola Primaria.

PRIORITÀ CUI SI RIFERISCE

Sviluppo integrale e armonioso della persona.

CONTESTO IN CUI SI INTERVIENE

Rispondere al bisogno di benessere degli studenti.

INDICATORI UTILIZZATI

Valutazione qualitativa svolta a fine percorso.

OBIETTIVI DI RISULTATO  

Prendere coscienza di sé sul piano fisico, emotivo e psichico e promuovere un rapporto più responsabile nella relazione con gli altri e con l’ambiente.

OBIETTIVI DI PROCESSO

Non applicabile

STATI DI AVANZAMENTO

Non applicabile

ATTIVITÀ PREVISTE

Il progetto prevede attività di Yoga, adattate all’età dei bambini, in orario curricolare, presso un’aula dell’Istituto.

RISORSE FINANZIARIE

NECESSARIE

Nessuna.

RISORSE UMANE / AREA

Risorse Interne:

Docenti di classe.

Risorse Esterne:

Volontari di associazioni esterne.

ALTRE RISORSE NECESSARIE

Aula dell’Istituto (disponibile).

 

EDUCAZIONE ALLAFFETTIVITÀ/SESSUALITÀ [P3]

DENOMINAZIONE PROGETTO

Educazione all’affettività/sessualità

REFERENTE

Insegnante Venesia

DESTINATARI

Studenti e genitori Scuola Primaria (classi V).

PRIORITÀ CUI SI RIFERISCE

Offrire stimoli culturali, affettivi, sociali adeguati, affinché ciascuno sviluppi le proprie potenzialità in modo armonico.

CONTESTO IN CUI SI INTERVIENE

Cogliere il desiderio di diventare grande, di crescere, riconoscendo nelle varie tappe della propria storia, la storia di tutti, la storia della vita.

INDICATORI UTILIZZATI

Valutazione qualitativa a fine percorso.

OBIETTIVI DI RISULTATO  

Permettere allo studente di crescere pienamente, di costruirsi un’identità definita ed una personalità equilibrata.

OBIETTIVI DI PROCESSO

Non applicabile

STATI DI AVANZAMENTO

Non applicabile

ATTIVITÀ PREVISTE

Incontro di presentazione del progetto e relazione finale da parte dello psicologo referente.

Attività educativo-didattiche.

RISORSE FINANZIARIE

NECESSARIE

Contributo da parte dei genitori.

RISORSE UMANE / AREA

Risorse Interne:

Referente di progetto e docenti di classe.

Risorse Esterne:

Contributo di esperti esterni e di istituzioni pubbliche presenti nel territorio.

ALTRE RISORSE NECESSARIE

Nessuna.

             

RILEVAZIONE DELLE CRITICITÀ NELL'APPRENDIMENTO DELLA LETTO-SCRITTURA [P4]

DENOMINAZIONE PROGETTO

Rilevazione delle criticità nell'apprendimento della letto-scrittura

REFERENTE

Insegnante Manassero

DESTINATARI

Alunni dell'interclasse di seconda.

PRIORITÀ CUI SI RIFERISCE

Prevenire le difficoltà scolastiche nella lettura.

CONTESTO IN CUI SI INTERVIENE

Nella classe Seconda le strumentalità di base della letto-scrittura dovrebbero essere acquisite e in fase di consolidamento. Le prove, di tipologia afferente alla didattica quotidiana, permettono una precoce identificazione di debolezze in questa progressione di competenza, affinché si possano attivare percorsi didattici mirati al mirato formativo.

INDICATORI UTILIZZATI

Tabulazione dei risultati ottenuti nelle 3 fasi di rilevazione.

Attivazione di attività di recupero e potenziamento.

Compilazione della “Scheda di collaborazione scuola-famiglia” (G.d.R.

16) in riferimento ai casi di debolezza.

OBIETTIVI DI RISULTATO

Recupero delle debolezze riscontrate tramite interventi mirati monitorati costantemente.

Nel caso ciò non avvenisse, condivisione dei contenuti della Scheda di Collaborazione con le famiglie interessate che, se lo riterranno opportuno, si recheranno all'A.S.L. di riferimento per intraprendere un percorso diagnostico circa le difficoltà riscontrate.

OBIETTIVI DI PROCESSO

Non applicabile

STATI DI AVANZAMENTO

Il progetto si articola in 3 momenti di somministrazione: al termine di ognuno di essi gli insegnanti somministratori procedono ad una tabulazione parziale dei risultati, da consegnare al Referente.

ATTIVITÀ PREVISTE

Ciascuna fase è caratterizzata da due prove: una di lettura individuale, per rilevarne la correttezza e velocità, e una di comprensione del testo tramite selezione da risposta multipla.

RISORSE FINANZIARIE

NECESSARIE

Costo fotocopie.

RISORSE UMANE / AREA

Risorse Interne:

Insegnanti dell'interclasse di seconda.

La somministrazione avviene in orario scolastico, durante l'orario di servizio degli insegnanti.

La correzione e la tabulazione avvengono in orario extrascolastico e coinvolgono 6 insegnanti per un totale di 30 ore durante l'anno scolastico.

ALTRE RISORSE NECESSARIE

 

 

 

 

CONTA E RACCONTA [P5]

DENOMINAZIONE PROGETTO

Conta e racconta

REFERENTE

Insegnante Venesia

DESTINATARI

Studenti, docenti e genitori Scuola Primaria

PRIORITÀ CUI SI RIFERISCE

Favorire le conoscenze e le competenze di base dell’educazione economica in particolare il concetto di moneta, di prezzo e le relazioni tra guadagno, spesa e risparmio.

CONTESTO IN CUI SI INTERVIENE

Potenziamento delle conoscenze e delle competenze della financial literary.

INDICATORI UTILIZZATI

Risultati attesi verificati attraverso classi campione sui concetti quantità, cambiamento e incertezza.

OBIETTIVI DI RISULTATO

Alfabetizzazione economica e sviluppo delle competenze trasversali.

OBIETTIVI DI PROCESSO

Non applicabile.

STATI DI AVANZAMENTO

Non applicabile.

ATTIVITÀ PREVISTE

Docenti:

Intervento informativo.

Genitori:

Questionario su conoscenze finanziarie.

Studenti:

Attività laboratoriale articolata in tre fasi: 

-         Visita al museo del risparmio

-         Incontro in classe con lo scrittore Guido Quarzo, lettura animata su un racconto scritto sul tema del progetto

-         Tre incontri con un illustratore che stimolerà i bambini a rielaborare graficamente i concetti chiave attraverso la realizzazione di un libro o di un pop up.

RISORSE FINANZIARIE

NECESSARIE

Il progetto è gratuito, in quanto promosso dalla Fondazione per la scuola della Compagnia di San Paolo, l’Ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, il Museo del Risparmio di Torino e il Collegio Carlo Alberto Università degli Studi di Torino.

RISORSE UMANE / AREA

Risorse Interne:

Referente di progetto per il coordinamento.

ALTRE RISORSE NECESSARIE

Non applicabile.


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.